IUC: Imposta Unica Comunale

Nel 2014 è stata introdotta una novità nell'ambito dei tributi: la IUC (Imposta unica comunale). La IUC è composta da Imu, Tasi e Tari come di seguito spiegato:
1) IMU, ha come presupposto il possesso di immobili ed è versata dal proprietario;
2) TASI, è il tributo sui servizi indivisibili ed è versata sia dal possessore che dal detentore (30% a carico del detentore e 70% a carico del proprietario);
3) TARI, è il corrispettivo sui rifiuti.
BASE IMPONIBILE
Per la TASI è quella prevista per l'applicazione dell'IMU e le aliquote sono le seguenti: 
2,5 per mille per le abitazioni principali (escluse categorie A1, A8 e A9)
1 per mille per gli altri fabbricati ed aree edificabili. 
1 per mille per i fabbricati rurali ad uso strumentale
Sono esenti i terreni agricoli.
Aliquote IMU: 
9,4 per mille aliquota ordinaria
5 per mille solo per le abitazioni principali classificate nelle categorie A1, A8 e A9 e relative pertinenze
Euro 200,00 detrazione per abitazione principale 

SCADENZA
Per IMU e TASI: il versamento deve essere effettuato in due rate: 16 giugno e 16 dicembre 2014 con modello F24.
Per TARI: il cittadino riceverà a domicilio la fattura emessa da Mantova Ambiente.
Per qualsiasi informazione e/o chiarimento rivolgersi all'Ufficio Tributi del Comune (Bardini Elisa/Simona Nasi) al 0376-814006/09.

CHI PAGA
La legge di stabilità per il 2014 (L. 27 dicembre 2013, n. 147), istituisce l'imposta unica comunale (IUC), che si articola in tre distinte obbligazioni tributarie:
IMU (imposta municipale propria);
TASI (tributo per i servizi indivisibili);
TARI (tassa sui rifiuti). 

IMU
L’art. 9 del d.lgs. 23/2011 (recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale) stabilisce che sono tenuti a versare l’IMU:
I proprietari di immobili, inclusi i terreni e le aree edificabili, a qualsiasi uso destinati, ivi compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa;
I titolare di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie su tali immobili.
Nel caso di concessione su aree demaniali tenuto al versamento è il concessionario.
Per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria, soggetto passivo è il locatario a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto.
 
TASI
Per la legge di stabilità 2014 (art. 1, commi 669 e 671), la TASI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo fabbricati, ivi compresa l’abitazione principale come definita ai fini dell’imposta municipale propria, ed aree edificabili, come definite ai fini dell'IMU (in ogni caso viene escluso il possesso di terreni agricoli). In caso di locazione finanziaria, la TASI è dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto; per durata del contratto di locazione finanziaria deve intendersi il periodo intercorrente dalla data della stipulazione alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna. Nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria. L’occupante versa la TASI in una misura, fissata dal regolamento comunale, compresa fra il 10 e il 30 per cento dell’ammontare complessivo. La restante parte è corrisposta dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare.

 
TARI
L'art. 1, comma 642, della legge di stabilità per il 2014 stabilisce che sono tenuti a versare la TARI i possessori o i detentori a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sia per la TASI che per la TARI:
In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, l'imposta è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie.
Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento dell'imposta dovuta per i locali e le aree scoperte di uso comune e per i locali e le aree scoperte in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo.

calcolo IUC
D.C. n.10 "Determinazione aliquote TASI"
D.C. n.9   "Determinazione aliquote IMU"
D.C. n. 8 "Approvazione regolamento IUC"
D.C. n. 11 "Approvazione regolamento istituzione e disciplina corrispettivo per rifiuti"
D.C. n. 12 "Approvazione piano finanziario corrispettivo per il servizio rifiuti"
D.C. n.13 "Approvazione tariffe corrispettivo rifiuti anno2014"

Questo sito utilizza i cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per conoscere nel dettaglio il nostro utilizzo dei cookie e le modalità di eliminazione, leggi la nostra Cookie policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information