• Stampa
Scarica il video
Orgoglio e soddisfazione. Sono questi i sentimenti degli amministratori e dei cittadini del comune di Ceresara reduci dall’Expo di Milano, dove, per l’intera giornata di domenica 16 agosto, hanno avuto modo di illustrare la storia e le manifestazioni del territorio ceresarese e di farle letteralmente assaporare attraverso le sue eccellenze gastronomiche.
Una modalità sensoriale che ha registrato un grande interesse e un altissimo gradimento. Ospite nel palazzo della Coldiretti del padiglione Italia, grazie al Progetto Italive, Ceresara, unico comune lombardo dei 20 selezionati in tutta Italia, è stato rappresentato all’esposizione universale 2015 da un “contingente” di circa centocinquanta ceresaresi - sbarcati domenica mattina da due pullman, un minibus e alcune auto private – tutti, amministrazione compresa, con le magliette rosse della “festa de la saresa”, un fiume colorato e vivace che ha percorso il decumano e il cardo, i viali di Expo, destando subito curiosità e simpatia.
Prima di loro, nel cuore della notte, era arrivato a Expo il furgoncino con i tortelli, le dolceresa e tutto l’occorrente per le degustazioni.
Come da programma, una parte dei ragazzi della “Compagnia delle torri”, associazione che costituiva il nucleo della spedizione, ha presto cambiato abbigliamento e, indossati gli abiti
quattrocenteschi del Convivio, ha dato il via alla prima parata, preceduta dai tamburi della Compagnia. A questa sfilata ha fatto seguito la prima degustazione del tortello alla ciliegia della Possenta, una delle tre specialità di Ceresara, che insieme al salame familiare e alla torta Dolceresa  si avvalgono della tutela della denominazione comunale (De.co). Il piatto, una novità assoluta per i visitatori, è stato accolto con grande favore dal pubblico che affluiva via a via più numeroso. Dopo la meritata pausa del pranzo, alcuni esponenti dell‘amministrazione comunale e della Compagnia delle torri, accompagnati da un drappello di figuranti, si sono recati negli studi Rai allestiti all’Expo per l’intervista riservata ai protagonisti della giornata, altra opportunità sfruttata per promuovere il “made in Ceresara”.
Nel tardo pomeriggio, nuovo corteo con gonfalone, tamburi, nobili gonzagheschi e magliette rosse e nuova degustazione, stavolta preceduta da una presentazione a più voci di Ceresara, territorio espressione di una storia e di una cultura, quella mantovana, che nel corso dei secoli ha avuto un ruolo assai rilevante nel trasformare la cucina domestica in un’arte raffinata. Nell’occasione lo spazio riservato a Ceresara veniva gremito da una folla davvero internazionale – presenti, oltre agli italiani, anche belgi, francesi, statunitensi, sudamericani ecc. – che seguiva con attenzione ogni intervento e si sottoponeva volentieri all’impegno di compilare una scheda con commento e valutazione. Gli applausi e gli apprezzamenti sui piatti serviti, formulati immediatamente e poi per iscritto, preannunciavano quello che a sera si sarebbe rivelato, dopo lo spoglio dei coupon, come un vero plebiscito, con giudizi entusiastici, come quello di una signora francese, che a proposito dei tortelli alla ciliegia, ha scritto di aver gustato “un saveur nouvel, trés léger, et intéressant: une vrai découverte”. Insomma, un successo tale che per far fronte alle richieste ha costretto a ritardare la partenza di oltre mezz’ora: così le magliette rosse hanno lasciato l’Expo quando ormai si accendevano le luci del cosiddetto “albero della vita”. «Abbiamo ottenuto un risultato davvero gratificante – ha detto il vicesindaco Enrico Burato parlando a nome dell’intera Amministrazione – e perciò vogliamo ringraziare Italive, la Coldiretti, e soprattutto la Compagnia delle torri, tutti i volontari e quanti hanno partecipato a questa straordinaria giornata che ci ha offerto la possibilità di far conoscere a una vasta platea la storia, la bellezza, la bontà della nostra terra. Per noi questo non è un punto d’arrivo, ma una tappa, certo irripetibile, di un percorso che proseguirà, rinnovando queste sinergie, con nuovi eventi finalizzati sempre alla promozione del territorio».

CERESARA A EXPO 2015!

Scarica la guida Expo di Italive con Ceresara:
versione in italiano
versione in inglese

Questo sito utilizza i cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per conoscere nel dettaglio il nostro utilizzo dei cookie e le modalità di eliminazione, leggi la nostra Cookie policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information