Ii Reddito di Inclusione (ReI)

Il Reddito di Inclusione (REI) è il nuovo sussidio universale nazionale contro la povertà delle famiglie che risiedono in Italia ed entrerà in vigore al posto del SIA, (sostegno inclusione attiva), a partire dal 1° gennaio 2018.
MODULO DOMANDA


Il REI, approvato con Dlgs. 147/2017, disegno di legge recanti norme per il contrasto alla povertà e per il riordino dei servizi sociali prevede l'introduzione del cd. Reddito di Inclusione attiva, ossia, un contributo economico fino a 485 euro al mese per le famiglie più numerose.

Il nuovo reddito di inclusione 2018 non sarà però un regalo o un bonus una tantum, infatti, il mantenimento del sostegno al reddito sarà vincolato e condizionato ad un accordo tra il cittadino ed gli Enti Locali, basato sull'impegno a seguire un progetto personalizzato che miri a far uscire l'intero nucleo familiare dalla situazione disagiata e che preveda tra le altre cose, anche il mandare i figli a scuola ed accettare lavori o seguire corsi per un'eventuale formazione professionale.

BENEFICIARI DELLA MISURA
Il richiedente deve essere:
▪ cittadino italiano / cittadino comunitario / familiare di cittadino comunitario;
▪ straniero extra UE con permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (5 anni);
▪ nulla è stato ancora predisposto per richiedenti asilo (status di rifugiato/ protezione sussidiaria) e per chi ha permessi di lavoro (per ora non possono accedere al ReI).
Per tutti i richiedenti (anche italiani soggiornanti all'estero) vale il requisito dei due anni di residenza continuativa nel territorio italiano.

VALORI ISEE DI RIFERIMENTO
▪ ISEE < o = ad €. 6.000;
▪ Valore ISR < o = ad €. 3.000;
▪ Valore del Patrimonio Immobiliare inferiore ad €. 20.000;
▪ Valore del Patrimonio Mobiliare inferiore ad €. 6.000 (per il singolo), ad €. 8.000 (per la coppia), ad €. 10.000 (per tre o più membri).

CARATTERISTICHE DEL NUCLEO DEL RICHIEDENTE
▪ presenza di uno o più figli minori;
▪ presenza di persona disabile con genitore o tutore convivente;
▪ presenza di donna in stato di gravidanza certificata;
▪ almeno un lavoratore di età superiore ai 55 anni che si trovi in stato di disoccupazione
da almeno tre mesi, che non percepisca Naspi o qualsiasi altro contributo o che abbia cessato di percepirli da almeno 3 mesi.

BENI DUREVOLI
Il richiedente al momento della domanda non deve possedere:
▪ autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati per la prima volta nei 24 mesi antecedenti;
▪ navi o altro tipo di imbarcazioni.

IMPORTI DEL BENEFICIO
La misura ha validità 18 mesi e prevede i seguenti importi di contribuzione:
▪1 persona: max €.187,50 mensili;
▪ 2 persone: max €. 294 circa mensili;
▪3 persone: max €. 382,50 mensili;
▪ 4 persone: max €. 461,25 mensili;
▪ 5 o più persone: max €.485,41 mensili.

Dagli importi verranno automaticamente decurtati altri trattamenti assistenziali (es. Assegno del Terzo Figlio).
Il contributo verrà erogato su una Carta Prepagata rilasciata dalle Poste, la quale deve essere usata solo dal titolare per il pagamento di utenze, per l'acquisto di farmaci o generi alimentari.

ITER DELLA DOMANDA
1. la domanda dovrà essere presentata in Comune solo su appuntamento telefonando al numero 0376814011 ed in questa sede verranno valutati i requisiti di cittadinanza e residenza;
2. i Comuni segnaleranno al proprio Ambito di Appartenenza, il quale a sua volta segnalerà all'INPS per la verifica dei requisiti reddituali;
3. l'INPS entro 5 giorni lavorativi provvederà alla verifica dei suddetti requisiti;
4. il versamento del beneficio è condizionato dalla sottoscrizione del progetto e decorre dal mese successivo alla richiesta.

Questo sito utilizza i cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per conoscere nel dettaglio il nostro utilizzo dei cookie e le modalità di eliminazione, leggi la nostra Cookie policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information